\\ Poesie d'autore online : Storico : Album diario aprile 2009 (inverti l'ordine)
Di seguito tutte le poesie pubblicate in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di oretta (del 21/04/2009 @ 09:31:14, in Album diario aprile 2009, linkato 9513 volte)

Remo Pasetto

 

Le liti confusione rabbia guerre

 le vittorie sul podio negli stadi

 l’impeto primeggiante, senza regole

 del gioco che si possano cambiare,

è vittoria del nulla malcostume

che toglie meraviglia al dire e fare

del tutti quanti insieme che è la vita.

 
Di oretta (del 20/04/2009 @ 12:25:40, in Album diario aprile 2009, linkato 5363 volte)

Rovesciare i pensieri e le persone

nella luce che abbaglia dentro il buio

del possibile altro ritornello.

L’insicura certezza dell’abbaglio

che frastorna scombina inebetisce

può trovare nel nero altri lumini

non mai visti tranquilli conversanti

ombra e chiaro di voci suoni musica.

 
Di oretta (del 19/04/2009 @ 09:39:47, in Album diario aprile 2009, linkato 11877 volte)

Non pensare al passato né al futuro

camminando con calma in mezzo agli alberi.

Fare quello che viene dentro il kairos

che è diverso per tutti e ci accompagna

variando il dire fare dare avere

negli incontri disguidi previdenze.

 
Di oretta (del 18/04/2009 @ 10:57:33, in Album diario aprile 2009, linkato 10832 volte)

Enio Tomiolo

 

Il difficile spazio apprendimento

bisogna valutare e conservare

nell’assedio dei ladri furbi stolti

che non sanno l’apprendere godere

per la guerra competere riuscire

che distrugge le vincite e le perdite

disvalorando distorcendo odiando

riducendo il gran tutto a un puntolino

fracassante nel centro del momento.

Ritrovare l’insieme senza spasimi

è il lavoro dei giorni e delle notti

che s’inseguono sempre per gli uguali.

 
Di oretta (del 17/04/2009 @ 12:40:54, in Album diario aprile 2009, linkato 13420 volte)

Angelo Riccobene

 

Ritrovare i pensieri e le parole

del difficile antico vecchio e nuovo

senza colpe né rabbie per gli errori

evitando rimproveri e disguidi.

Le parole del dono poesia

appartengono a tutti non al vento

dentro il cielo sereno e con la pioggia

che alimenta e distrugge nella vita

poco e tanto a ciascuno in bene e in male.

 
Di oretta (del 16/04/2009 @ 12:35:25, in Album diario aprile 2009, linkato 13734 volte)

Gennaro Sardella

 

Il gioco libertà tempo valore

nel difficile altro del ricevere

toglie spazio col vento e con la pioggia

all’andare per strada nei giardini.

Non cercare oltre troppo accontentarsi

del possibile tanto che si gode.

Non rallentare correre e accettare

i bisogni degli altri come i propri.

 
Di oretta (del 16/04/2009 @ 09:00:55, in Album diario aprile 2009, linkato 17804 volte)


Acimboldo

Giocare ai bigati

col magro destino

da fuoco al camino

dei tempi passati

rendendoli ingrati.

 

Un nuovo futuro

con pancia a canguro

da fiato e piacere

al nuovo godere

nel mondo più duro.

 

L’errore di Nenni

da tutti ignorato

ha reso il mercato

politico un fato

con danni perenni.

 

Non c’è socialismo

non c’è comunismo

sinistra smarcata

con destra malnata

nel mar perbenismo.

 

Il ridere è un’arte

che cambia le carte

in mano ai violenti

e ai troppi perdenti

che stanno da parte.

 
Di oretta (del 15/04/2009 @ 08:10:31, in Album diario aprile 2009, linkato 16112 volte)


Angelo Riccobene

Accettare il futuro come viene

senza regole fisse ma sveltibili.

C’è la luna stasera da guardare

difficile nel cielo sale o scende.

Per seminare idee la vita è prato

con margherite anemoni giacinti.

Non pretendere troppo ma aspettare

ogni giorno quel giorno un altro giorno

nella vita pensiero proprio e altrui.

Non pensare per gli altri ma accettare

le varianze continue dello scambio

agevole continuo intermittente

che da spazio alle corse nelle attese. 

 
Di oretta (del 14/04/2009 @ 11:59:04, in Album diario aprile 2009, linkato 12379 volte)


Giuliano Guatta

Non farsi boicottare né imbrogliare

mantenendo i rapporti nel possibile.

Il mal fatto guadagno à una sciagura

che distrugge il piacere del ben fare

che è possibile sempre se si accetta

di non storcere il naso e andare avanti

disviando al futuro il mal passato. 

 
Di oretta (del 13/04/2009 @ 12:11:41, in Album diario aprile 2009, linkato 8236 volte)

Eva Massarani

 

Cambiar le carte in tavola del gioco

non significa imbroglio se si riesce

a sancire l’accordo tra chi gioca.

Le regole lo stato la fortuna

non sono sempiterne ma variabili

coi limiti del senso e del possibile.

L’impossibile è morte sfacimento

è guerra fuori tempo ritmo suono.

 
Pagine: 1 2 3