\\ Poesie d'autore online : Storico : 000 per l'arte di Vito Melotto (inverti l'ordine)
Di seguito tutte le poesie pubblicate in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 15:38:36, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 9164 volte)

Vito Melotto

 

Non andare oltre il limite aspettare

procedere con calma stare quieti

non negare il già fatto sistemarlo

non perdersi nel troppo vuoto nulla

di parole passate non più tempo.

 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 15:36:37, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 10374 volte)

Vito Melotto

 

Una cosa alla volta rallentare

c’è tempo per disfare e per rifare

ascoltare pareri ripartire

adagio senza fretta senza ansia.

La giornata si allunga il tempo avanza

e le cose pian piano poi si fanno.

 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 15:33:50, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 9451 volte)

Vito Melotto

 

Il metodo è il silenzio meraviglia

che dà ritmo alle immagini ricordo

scandendo nel profondo ritmo e suono.

 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 13:07:14, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 35275 volte)

Vito Melotto

 

La poesia reinventa la ragione

e rinnova i motivi avanti e indietro

dell’agire dell’essere del fare

rispecchiando la storia e la memoria

nel cielo del futuro e del destino.

 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 13:04:31, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 14247 volte)

Vito Melotto

 

Il passato che torna o non ritorna

ridà vita al presente o lo rinnega.

Ritrovare la storia e la memoria

dei limiti il possibile il crudele

degli errori le colpe le vendette

dà diritto alla vita nel futuro.

 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 13:01:59, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 11900 volte)

Vito Melotto

 

Trovare una misura altra e dolce
nella città tranquilla e senza ansie.
Guerra e pace notizie tutto e nulla
si possono con calma sceverare.

 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 12:59:50, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 7734 volte)

Vito Melotto

 

Il bene che si cambia con il male
inventando cercando almanaccando
ed il male del meglio che s’infiora
per semi nuovi piante boschi cedui
e città di foreste da esplorare
diventate diverse pietre e genti.

 
Di oretta (del 28/05/2009 @ 12:49:17, in 000 per l'arte di Vito Melotto, linkato 11002 volte)

Vito Melotto

 

La poesia che incanta e disispera
che dà voce alle foglie e guarda il cielo
calpesta la città cammina in terra
per non perdere il fiato proprio e altrui.

 
Pagine: 1