Di seguito tutte le poesie pubblicate sul blog, in ordine cronologico.
 
 
Di oretta (del 13/12/2008 @ 13:41:33, in Album diario, linkato 40247 volte)

Le ragioni la logica il sapere
le regole le norme le tendenze
i diritti i doveri le certezze,
conservare stracciare ripescare
nel passato futuro poesia.

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (22)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 12/12/2008 @ 11:41:25, in Album diario, linkato 14349 volte)

Nella scacchiera della vita il dado
si rivoltola e cambia la sua faccia.

Sabato 5 luglio 2008 alla Sapienza di Roma ho presentato i miei tre ultimi libri pubblicati leggendo poesie accompagnata da Yuval Avital Israeliano chitarra classica e da Walid Hussein  Palestinese  percussioni. Ho trovato una Roma diversa, non ho incontrato neanche un romanaccio.

 

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (20)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 11/12/2008 @ 15:12:45, in Album diario, linkato 17521 volte)

Fuggire il visibilio in mutamento
che affastella parole gesti suoni
luci riverberanti ultra colori.
Spettacolo fracasso inconvertibile
nel vivere del fare dire esistere
con un tempo uno spazio odio amore
2005
Conoscere il visibilio per capire le vie di fuga: ieri ho assistito alla presentazione di un libro su un  modaiolo importante, oggi presenteranno il libro di due grandi pettegoli.

 

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (15)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 10/12/2008 @ 16:40:27, in Album diario, linkato 13437 volte)

Claudio Zannini
Claudio Zanini

La scelta dell’insieme variazioni
nell’impeto internet che a tutti dona
la possibile voglia di espressione
è un lavoro busillis complicato
tra bonacce e uragani in mare aperto.
Internet che sconvolge e riequilibra
cambia spazi misure tempi luoghi.
La lontananza è un mito che avvicina
distruggendo e inventando il prima e il poi.

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (20)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 09/12/2008 @ 09:53:33, in Album diario, linkato 14714 volte)

Il caso che allontana dal destino
bisogna con pazienza esorcizzare
cambiando la deriva poco o tanto
con coraggio passione fantasia.

Non posso altre parole aggrovigliare
ai già troppi progetti spazio tempo
Accontentare accontentarsi stare
nella quiete in silenzio senza fisime.

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (18)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 08/12/2008 @ 09:16:10, in Album diario, linkato 14875 volte)

Considerare a ottantun anni la fine della vita è un impegno naturale.

Morire quando ancora siamo vivi
e sappiamo giocare coi bambini
e aiutare i ragazzi mentre crescono

morire quando ancora si sa vivere
ogni giorno del giorno d'ogni giorno

diventare esquimesi per lasciare
la vecchiaia nel ghiaccio con la morte.
1995

Io mi sento ancora utile al mondo e voglio che la mia casa, i miei oggetti  e i miei libri continuino a vivere dopo di me.

 

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (25)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 07/12/2008 @ 22:46:17, in Album diario, linkato 14856 volte)

Gentilini
Gentilini

Dare fiato alla vita avere idee
senza ignorare il dopo il come e chi
facilita viaggiando l’avventura
nell’autunno dicembre quasi inverno.
Il tempo è una ribalta col segreto
che nasconde le carte e le conserva
per chi le condivide e le continua
aiutando lo scrivere facendo.

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (18)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 06/12/2008 @ 10:54:45, in Album diario, linkato 19376 volte)

Ieri ho avuto sette bambini a un tè.

L’avere con i mobili i bambini
che camminano in casa è la ragione
del mio cercare spazio poesia.

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (37)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 05/12/2008 @ 12:36:50, in Album diario, linkato 19126 volte)

Franca Vanotti
Franca Vanotti

In bono hospite atque amico quaestus est quod sumitur
Nei confronti di un buon ospite o amico ciò che si spende è un guadagno

Con calma e con pazienza valutare
gli amici e i non amici che s’incontrano
accogliendo la musa poesia
con l’ospitalità che l’accompagna.

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (25)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di oretta (del 04/12/2008 @ 15:15:29, in Album diario, linkato 9225 volte)

Angelo Riccobene
Angelo Riccobene

absit iniuria verbis
non vi sia offesa nelle parole
 
Bisogna confortare le parole
nel viaggio che continua senza sbocchi
che siano comprensibili ai diversi.
Il diritto di credere pensando
rifiuta la violenza del cambiare.
La gentilezza di un’idea mai vista
si confonde negli occhi e si smarrisce.
Spazio tempo pazienza per variare
il punto proprio della vista idea
dentro gli occhi degli altri brutti e belli.

Articolo (p)Poesia Commenti Commenti (23)  Storico Storico  Stampa Stampa