Il piacere di essere italiani
Di oretta (del 05/02/2009 @ 11:08:51, in Diario 2009 , linkato 10449 volte)


Avere piacere di essere italiani non significa essere nazionalisti. Siamo un paese pieno di fantasia e di solito parliamo pochissimo di denaro. Amiamo la famiglia, le realtà locali, la cucina e la compagnia a tavola, ci divertiamo a far bene i lavori difficili, accettiamo le anomalie.  In nessun altro paese al mondo avrei potuto laurearmi in medicina da schizofrenica, con tanti medici che diventano schizofrenici, perché no?

I difetti italiani sono pregi
rovesciati all’indietro mal usati.
Sopravvivere è un’arte di bellezza
d’accogliere e cercare con passione.
Trovare il bene il bello la fortuna
è un lavoro di cernita e di scelta.
Camminare con calma senza rabbia
di disgrazie malori di sventure
che non devono incombere impedire.
La vita è un’avventura d’aria e luce
di voci suoni canti da ascoltare.