Di seguito tutte le poesie pubblicate in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di oretta (del 01/02/2009 @ 12:54:50, in Diario 2009 , linkato 8745 volte)

Sto leggendo “La riscoperta della patria” di Paolo Peluffo, edizione Rizzoli. “Un viaggio alla riscoperta dello spirito nazionale e dell’orgoglio di essere italiani per combattere la – Retorica del declino

Camminando sul prato sotto gli alberi
scende l’acqua ogni giorno alla fontana
che gorgoglia disseta dà fervore.
L’Italia ritrovata un uragano
di frastuono fracasso rabbia riso.

 
Di oretta (del 31/01/2009 @ 16:34:24, in Diario 2009 , linkato 12910 volte)

Gabriele Poli
Gabriele Poli

Sto lavorando a una serie di strisce poesia e pittura.

Lo sforzo verità coraggio stima
di se stessi valore poesia
è fatica passione sortilegio
che segue la corrente reinventando
l’arte vita possibile del fare
coi meriti i difetti le avventure
nel mondo che si cambia del vissuto.

 
Di oretta (del 29/01/2009 @ 16:25:54, in Diario 2009 , linkato 40829 volte)

Ina Bianco
Ina Bianco

Il 27 dicembre ho scritto la prima poesia di capodanno. Ieri, 27 gennaio, il mio bravissimo coordinatore tipografico mi ha portato il libretto stampato “Poesie di capodanno” con diciannove poesie, altrettanti miei disegni Tomatis e la prefazione di Giovanni Mingrino. Per ottenere lo stesso risultato quanto tempo avrei impiegato con una casa editrice altra? E con quale probabilità una casa editrice altra avrebbe accettato l’impresa?

 

 
Di oretta (del 27/01/2009 @ 12:13:21, in Diario 2009 , linkato 15297 volte)

Oggi verrà Anita, una nuova amica che mi son fatta tra le femministe di Cernusco. È iscritta a Rifondazione comunista e ha fatto una lunga psicanalisi. Parleremo della mia Italia, che canta il periodo democratico e felice in cui fu varata la costituzione, ne piange la fine, spera che ritorni e onora i morti in guerra. Sono sicura che capirà. Parleremo anche degli immigrati e della clitoride.

 

 

 
Di oretta (del 26/01/2009 @ 23:03:30, in Diario 2009 , linkato 9606 volte)

Ina Bianco
Ina Bianco

Non librini, ma strisce di poesie e immagini sto facendo su tema.
Periferia con dipinti di Gabriele Poli e Mitomodernismo con Valentino Vago.
Sto pensando a strisce con pittrici per una lettura l’8 marzo. Domani incontrerò Ina Bianco.

Ritrovare i parlanti arte musica
per le orecchie e per gli occhi la pittura
vuol dire verità salvezza vita
è trovare al destino una misura.

 
Di oretta (del 25/01/2009 @ 17:45:50, in Diario 2009 , linkato 9087 volte)

Valentino Vago
Valentino Vago

Freud pensava che l’inibizione dell’attività clitoridea alla pubertà fosse fisiologica nella donna. In Europa si praticava e si pratica psicologicamente la castrazione della clitoride, che in Africa è spesso ancora chirurgica.

Non è filosofia la psicanalisi
che non vuole sapere ma curare.
È scienza dell’amore che la logica
cerca spesso negando di fuggire.

 
Di oretta (del 23/01/2009 @ 16:20:09, in Diario 2009 , linkato 7662 volte)

Gabriele Poli
Gabriele Poli

Le poesie senza immagini nessuno le leggerebbe, le immagini senza poesia nessuno le vorrebbe. I librini con poesie e immagini piacciono molto. Penso a un librino sulle periferie con quadri di Gabriele Poli e anche al mitomodernismo che anni fa mi coinvolse. Ritrovare i pittori e la loro amicizia per un impresa in comune.

Ritrovare i parlanti arte musica
per le orecchie e per gli occhi la pittura
vuol dire verità salvezza vita
è trovare al destino una misura.

 
Di oretta (del 22/01/2009 @ 18:51:25, in Diario 2009 , linkato 9536 volte)


Luca Giovagnoli

La condivisione amicizia con le femministe, che s’incontrano il giovedì mattina nella biblioteca di Cernusco, si è oggi consolidata e accresciuta. 

Una trama e un ordito in ogni impresa
che giostrano gli umani tessitura.
La tela si fa insieme comparando
le trame con gli orditi e con le idee
degli altri che s’incontrano e si leggono
sul fare degli umani e sul sapere.

 
Di oretta (del 21/01/2009 @ 12:37:45, in Diario 2009 , linkato 11823 volte)

Claudia Battistioli
Claudia Battistioli

Non andare oltre il limite aspettare
procedere con calma stare quieti
non negare il già fatto sistemarlo
non perdersi nel troppo vuoto nulla
di parole passate non più tempo.

Un progetto del vivere ogni giorno
per ricordare ed essere quel giorno.
Non andare oltre troppo ma aspettare.

Stamattina, secondo il mio uso, ho regalato in metropolitana una poesia a una gentile offeritrice del suo posto a sedere. Ha letto e riletto a lungo la poesia retro - verso con immagine. “Lei non sa come mi aiuta!” ha dichiarato alla fine.
Pochi endecasillabi naturali con immagine correlata inducono meditazione e attenzione riequilibrando i due emisferi del cervello. È la spiegazione tecnica del successo che hanno le poesie che regalo andando  in giro per la città. Le immagini artisticamente correlate hanno funzione basale.

 
Di oretta (del 20/01/2009 @ 10:30:00, in Diario 2009 , linkato 18802 volte)


Gabriele Poli

La difficoltà per i giovani Palestinesi, che studiano musica con i giovani Israeliani, è di far comprendere le ragioni ai connazionali dell’apprendere faticando arte.

Darsi senso è difficile e complesso
in un mondo di folle che si accalcano
rovesciandosi contro grida insulti.

Ho distribuito anche a loro ieri con gioia il mio librino: “È la pace la strada” in italiano e nella traduzione inglese.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7